News Alimentazione



Cosa sappiamo dei grassi?

Arriva l'estate e per prepararci alla prova costume si cerca di togliere i carboidrati... niente di più sbagliato!

grassi apportano molte più calorie dei carboidrati (9 Kcal ogni grammo contro le 4 Kcal dei carboidrati)

Probabilmente se pensate alla vostra alimentazione vi sembrerà di assumere pochi grassi, ma fatte attenzione alla composizione dei vostri piatti: le aggiunte di formaggi alle preparazioni, carni insaccatidolci (che non hanno solo zucchero ma anche e forse soprattutto grassi), le insalate irrorate di olio

 acidigrassi

Fateci caso... e se non avete problemi di peso vi raccomando di fare attenzione alla qualità dei grassi.

Classificazione dei grassi alimentari

ACIDI GRASSI SATURI

Sono quelli che si trovano prevalentemente negli alimenti di origine animale: nella carne e nei salumi, nella panna, nel burro, nello strutto, ...

A temperatura ambiente sono solidi, densi, pesanti e difficili da digerire.

È preferibile non mangiare troppi grassi saturi. Se presi in grandi quantità causano un aumento del livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue, responsabili dei danni alle arterie e di conseguenza al cuore.

ACIDI GRASSI INSATURI

Sono in prevalenza di origine vegetale, come l'olio di oliva, la frutta secca, i semi oleosi. Sono contenuti anche nel pesce.

A temperatura ambiente sono liquidi, leggeri e più digeribili. Sono molto sensibili alla luce e al calore.

È indispensabile una corretta introduzione di 2 acidi grassi essenziali (il nostro organismo non li può produrre e dobbiamo assumerli con il cibo) omega-3 e omega-6. Hanno effetto antiossidante antinfiammatorio, inoltre tendono ad abbassare il livello di colesterolo "cattivo" aumentando i livelli di colesterolo "buono". È importante inoltre ricordarsi che gli acidi grassi insaturi possono svolgere la loro utile funzione nell'organismo solo in presenza di vitamina E.

GRASSI VEGETALI (IDROGENATI E NON)
ACIDI GRASSI TRANS

Appartengono per definizione al mondo vegetale ma sono ricchi di acidi grassi saturi, risultano solidi o semisolidi a temperatura ambiente e quindi sono molto utilizzati nell'industria alimentare avendo fra l'altro un costo inferiore ai grassi animali.

I grassi vegetali più diffusi sono:

  • olio di palma e di palmisto (grassi saturi fino al 50%)
  • olio di cocco (87% di grassi saturi)

Gli oli vegetali ricchi di acidi grassi saturi vengono sottoposti a trattamento industriale. In questa fase l'olio vegetale perde minerali, acidi grassi volatili e antiossidanti preziosi producendo acidi grassi trans (idrogenati). Questi ultimi sono una categoria di grassi ancora più dannosi degli acidi grassi saturi, favoriscono l'aumento del colesterolo LDL "cattivo" e la riduzione del colesterolo HDL "buono".

 CONSIGLIATI

Abbassano il tasso di colesterolo e migliorano il tasso di HDL:

  • Olio d'oliva (77% di grassi insaturi)
  • Olio di arachidi (56% di grassi insaturi)

 DA USARE CON CAUTELA

Pur facendo diminuire il tasso di colesterolo, abbassano anche l'HDL:

  • Olio di soia (64% di grassi polinsaturi)
  • Olio di semi di girasole (64-70% di grassi polinsaturi)
  • Olio di semi di mais (60% di grassi polinsaturi)

 SCONSIGLIABILI

Fanno aumentare soprattutto LDL e VLDL:

  • Olio di cocco (91% di grassi saturi)
  • Olio di palma (83% di grassi saturi)
  • Burro (65% di grassi saturi)
  • Strutto di maiale (42% di grassi saturi)
  • Margarina (33,8-71,5% di grassi saturi)

Con questo non bisogna demonizzare i grassi perché, come tutti i nutrienti, hanno importanti funzioni nel corpo:

  • rappresentano le nostre riserve di energia;
  • sono fondamentali per il buon funzionamento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K);
  • migliorano ed esaltano il sapore degli alimenti;
  • sono il componente strutturale delle membrane biologiche, degli ormoni steroidei e della guaina mielinica (rivestimento delle fibre nervose).

Mai esagerare in ogni caso! Sono una sorgente concentrata di energia (calorie) immagazzinati nel tessuto adiposo. Quando vengono assunti in eccesso, si depositano anche intorno e dentro agli organi come cuore, fegato e pancreas. Quindi assumere troppi grassi danneggia i nostri organi.

 

Qualche semplice accorgimento per migliorare l'apporto di grassi nell'alimentazione di tutti i giorni...

acc
Prova a compilare il nostro solito questionario e, se ti accorgi di essere fuori strada, riorganizza la tua lista della spesa.


cta mela

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy. Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.